VALUTAZIONI PSICODIAGNOSTICHE E PERIZIE

Valutazioni psicodiagnostiche e perizie

La valutazione psicodiagnostica consiste in un processo mirato alla conoscenza e comprensione del paziente ( che si tratti di un individuo, di una coppia o di una famiglia) per costruire un quadro preciso di informazioni sulla sua natura, sulle sue specificità e le problematiche che presenta.
Valutazioni psicodiagnostiche e perizie consentono di giungere ad una valutazione globale delle specificità di una persona e come tale viene spesso richiesta nel corso di procedimenti giuridici, civili e penali per accertare le condizioni psichiche di un individuo.

La metodologia mette a disposizione del terapeuta essenzialmente due strumenti:

Il colloquio psicologico

Il colloquio psicologico consente di esplorare il vissuto, la storia personale ed eventuali problematiche che lasciano intravedere i fattori intrapsichici, relazionali, familiari e biologici, i quali sono spesso responsabili dell’insorgenza del disturbo o della condizione di malessere esposto.

La diagnosi psicologica ha come obiettivi canonici il riconoscimento dei sintomi, la loro classificazione, l’inquadramento di una malattia. Fatto questo, il terapeuta si pone di disegnare una complesso quadro psicologico del paziente che tenga conto conto anche della sua complessità e unicità in quanto individuo.

I test psicologici

L’utilizzo dei test psicologici ha come scopo quello di completare in maniera dettagliata e integrare quanto emerso durante i colloqui, valutare funzioni e aspetti della personalità, per poter in ultima istanza confermare o meno le osservazioni cliniche.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione.