Affrontare una situazione di emergenza – Alluvione 14 Luglio 2016

Le calamità naturali destabilizzano il territorio colpito, i suoi abitanti e mettono a repentaglio la comunità sia dal punto di vista geologico che psicologico. Con l’alluvione l’impatto psicologico è spesso ritardato, a differenza del terremoto, in quanto l’acqua in un primo momento dà la possibilità di pensare alla fuga. E’ in un secondo momento che … Leggi


Vergogna e imbarazzo 14 Luglio 2016

La vergogna fa parte delle emozioni secondarie, più complesse delle primarie, in quanto è legata alla percezione di sé. Si prova vergogna, cioè, quando si confrontano le proprie azioni con valori e modelli di comportamento altrui. A differenza dell’imbarazzo, che si sperimenta esclusivamente in presenza degli altri, ci si può vergognare da soli per motivazioni … Leggi


Gli effetti della marijuana 14 Luglio 2016

La vulnerabilità percepita dai giovani in questo momento storico e le poche prospettive nei confronti dell’avvenire amplificano il bisogno di provare esperienze che distolgano dalla realtà. Così i sentimenti di disagio, la noia, l’insoddisfazione, il senso di vuoto e di incapacità diventano, soprattutto per molti giovani, l’occasione per “consumare”, “per farsi” spostando l’esordio nel mondo … Leggi


Stalking 14 Luglio 2016

Il termine inglese stalking significa appostarsi e si usa per indicare l’atteggiamento di chi mette in atto un insieme di comportamenti come telefonate, sms, e-mail, visite a sorpresa, pedinamenti … che si trasformano in vere e proprie persecuzioni in grado di limitare la libertà della persona che li riceve. La dinamica delle molestie è varia … Leggi


La mindfulness 14 Luglio 2016

Negli ultimi anni incessanti ricerche hanno indirizzato il focus terapeutico sull’importanza di cambiare la relazione che una persona ha con le proprie esperienze interne. Invece di cercare di modificare il contesto dell’esperienza interna l’obiettivo diventa l’accettazione non giudicante dei propri eventi interni. La strategia più significativa di questo approccio è la mindfulness (consapevolezza) che, in … Leggi


Disturbi sessuali 14 Luglio 2016

I disturbi sessuali sono relazioni anomale agli stimoli sessuali e possono andare dalla totale mancanza di eccitazione o desiderio a stati dolorosi collegati all’atto sessuale. Si distinguono generalmente in disturbi del desiderio sessuale, disturbi dell’eccitazione sessuale, disturbi dell’orgasmo, disturbi da dolore sessuale e assumono naturalmente caratteristiche specifiche diverse da persona a persona, a seconda che … Leggi


L’EMDR e il disturbo post-traumatico da stress 14 Luglio 2016

L’EMDR (Eye Movement Desensitization and Reprocessing) è un approccio terapeutico basato sul concetto secondo il quale in tutti gli esseri umani è innata una tendenza all’autogestione ma questa funzione neurobiologica viene inibita dalle esperienze negative della vita. Quando un individuo subisce un trauma psicologico può avvenire uno squilibrio nel sistema nervoso che non è più … Leggi


Calo del desiderio sessuale 14 Luglio 2016

Il desiderio sessuale ha origine, come tutti gli altri istinti, nel cervello e più precisamente nel “sistema limbico”. E’ difficile darne una definizione oggettiva e quantitativa perché rappresenta la dimensione psicologica dinamica e mutevole più sfuggente della sessualità umana. Può essere attivato sia da stimoli esterni che interni e il suo livello appare diverso da … Leggi


Dismorfismo corporeo 14 Luglio 2016

La preoccupazione per un difetto nell’aspetto fisico realmente esistente, o a volte soltanto immaginario, costituisce la caratteristica essenziale nel disturbo del dimorfismo corporeo. La persona tende così a focalizzare la propria attenzione su tale difetto fisico che diventa il pensiero dominante della sua vita fino a condizionare le proprie relazioni sociali, relazionali. Secondo la classificazione … Leggi


Alessitimia 14 Luglio 2016

Letteralmente la parola significa mancanza di parole per le emozioni ma nella dimensione psicologica l’alessitimia riflette un deficit nei sistemi di elaborazione cognitiva delle emozioni e di integrazione degli stati mentali a essa connessi. Così la persona alessitimica è limitata nella capacità di identificare i propri sentimenti, di descriverli, di elaborarli e di gestirli; il … Leggi


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione.